Sul tracciato rinnovato nel corso dell’inverno grazie alla volontà del Moto Club Olimpia con il supporto dell’Amministrazione comunale di Pozzuolo del Friuli si sono svolte nel weekend le prime prove dei Campionato Italiano di Speedway e Flat Track 2020, dove la partecipazione di piloti è stata considerevole.

Nella gara di sabato, valida quale prima prova del Campionato Italiano Speedway, sono scesi in pista ben 16 piloti italiani (unico straniero il lettone Ansviesulis) costringendo gli organizzatori a disputare le manche di qualifica: evento che non si verificava da una decina d’anni.

Puntuale, alle ore 17, Simone Terenzani (ex pilota di casa) da diversi anni tra i migliori Direttori di Gara nazionali, ha permesso ai piloti di scendere in pista e dar vita a una serie di interessanti sfide sportive.
A distinguersi fin da subito e qualificati per la finalissima con 14 punti pari merito, i piloti di casa Nicolas Covatti, campione italiano in carica, Paco Castagna e il leoniceno Nicolas Vicentin, tallonati dal lettone Ansviesulis con 12 punti.
Finale di gara che vede protagonista Covatti, seguito da Vicentin, mentre Castagna, penalizzato dalla posizione di partenza esterna, parte solamente quarto ma riesce a guadagnare il terzo gradino del podio superando il lettone Ansviesulis.
Buone le prove dei veterani Daniele Tessari e Alessandro Milanese rispettivamente quinto e sesto, con Tessari che manca la finale per soli 2 punti, probabilmente a causa della caduta sofferta nella terza batteria durante un’accesa bagarre con Vicentin.

Domenica è andata in scena la prima prova del Campionato Italiano Flat Track insieme alla Coppa Italia Flat Track.
Ben 32 i piloti al via, tra i quali diversi Top Rider del Campionato del Mondo Flat Track come Francesco Cecchini, Daniele Moschini, Gianni Borgiotti e la giovane promessa Kevin Corradetti di 17 anni.
Per quanto riguarda il Campionato Italiano, la vittoria, in una combattuta finale a otto piloti, è andata al pluricampione del mondo Cecchini, seguito dal giovanissimo Corradetti e dal lombardo Borgiotti a completare il podio.
Quarto il marchigiano Moschini e quinto il piemontese Rosso.

17 piloti hanno animato la categoria amatoriale denominata Coppa Italia Flat Track. Caratteristica principale di questa categoria è l’accessibilità: può prendervi parte chiunque, in possesso di licenza agonistica FMI. Pochissime sono le limitazioni relative ai mezzi non ci sono distinzione tra due o quattro tempi e nemmeno per quel che riguarda la cilindrata, ed è questo il motivo per cui abbiamo visto scendere in pista alcuni pezzi vintage come una rarissima Bultaco degli anni 70 e inetressanti "special" assemblate dai rispettivi piloti.
La tappa della Coppa Italia è stata vinta da Marco Troiano, seguito da Nico Sorbo e Ruggiero Nicola.

Un weekend di moto e di passione dove l'unica nota negativa, è stata la chiusura al pubblico a causa delle restrizioni dovute all’emergenza COVID-19.

Ci sentiamo in dovere di ringraziare tutti i partecipanti, gli ufficiali FMI, i volontari e gli amici del Motoclub La Favorita Sarego che ci hanno aiutato con la diretta della gara di sabato.
Grazie di cuore a tutti!
Moto Club Olimpia - Terenzano Speedway

www.facebook.com/MotoClubOlimpia/photos/a.635...